Superare il Digital Divide Generazionale con RIMEMO

Il Digital Divide è un muro invisibile che non separa solamente aree sociali e geografiche.

Se fino ad oggi tutti si sono preoccupati di rendere più accessibile Internet al Sud, o alle fasce di popolazione alfabetizzabili, nessuno ha mai preso in considerazione la necessità di avvicinamento di quella parte di popolazione, peraltro in costante aumento, costituita dagli anziani più abitudinari, che proprio in quanto tali beneficerebbero largamente di un supporto alla comunicazione.

La prima generazione Internet (35 – 55enne) affronta spesso questo problema, quando i genitori, anziani ma ancora attivi, hanno necessità di un supporto o un contatto frequente che si scontra con le reali possibilità in ambito familiare (impegni, distanza) e costringe talvolta ad adottare soluzioni invasive e costose (badanti, affidamento a case di cura) laddove basterebbe un piccolo aiuto.

La creazione a Ottobre della start-up INITSELEC, con l’obiettivo di realizzare soluzioni innovative nel campo delle comunicazioni e gestione remota, ha fornito la struttura operativa per sviluppare e ingegnerizzare RIMEMO, un prodotto pensato per il supporto alla memoria degli anziani che vogliono mantenere la propria indipendenza, e orientato a fornire un accesso semplificato all’utilizzo di Internet e alla comunicazione sociale protetta.

Accedendo al servizio, la TV casalinga diventa un semplice punto di contatto tra anziano e familiari (o strutture di supporto), fornendo orientamento temporale, appuntamenti, eventi pianificati, aiuto all’organizzazione domestica, ma anche contenuti multimediali (foto, video) e canali personalizzati (diete, lezioni, esercizi …). Nella versione attiva, RIMEMO diventa poi un vero sistema di monitoraggio, con sorveglianza ambientale e personale, rilevazione allarmi e raccolta dati da altri dispositivi collegati (ad esempio, webcam o misuratore della pressione).

 

You must be logged in to post a comment.

TOP